C. macroptera

Agrume dai molteplici utilizzi, nell’isola di Guam succo e polpa della papeda melanesiana erano utilizzatati per lavare i capelli o come sostituto del sapone.

Descrizione

Il Citrus macroptera o Papeda della Melanesia (Cabuyao o Satkara), è così chiamato per le grandi ali (-ptera) del picciolo.
Le Papeda sono un gruppo di agrumi selvatici, acidi, di origine asiatica presenti in special modo nelle aree soggette a monsoni, sono agrumi fra i più antichi e primitivi. Il frutto e la foglia di questo citrus vengono utilizzati nei paesi d’origine come medicina, nei curry, il succo per rendere lucenti i capelli
La Papeda della Melanesia fu scoperta da Padre Montrouzier nella Nuova Caledonia dove fiorisce in settembre e viene chiamata comunemente “don gan”.
Citrus macroptera è caratterizzato da foglie grandi con grande picciolo alato di color verde scuro, se macerate in acqua producono una schiuma per questa loro caratteristica, nei paesi d’origine veniva utilizzato come sapone.
I fiori della Papeda della Melanesia sono disposti a grappolo così come i frutti che si presentano di forma allungata con buccia arancio a piena maturazione.
In Bangladesh, la buccia verde viene utilizzata come verdura, tagliata a piccoli pezzi e cotta in intingoli di carne di manzo o montone è anche utilizzata per insaporire curry di pesce o come ingrediente dei pickles (sottaceto).
Il frutto è molto succoso, la polpa è piacevolmente acida e aromatica.